Licopene

Il licopene è una sostanza chimica naturale, della famiglia dei carotenoidi (è un isomero aciclico del betacarotene) responsabile della colorazione rossa di frutta e verdura.

Il licopene si trova nelle angurie, nei pompelmi rosa, nelle albicocche, ma soprattutto è presente in quantità rilevante nei pomodori, che apportano, mediamente, ben oltre il 50% del licopene assunto tramite l'alimentazione.

Il licopene non è sintetizzato dall'organismo, che lo deve necessariamente ricevere tramite i cibi.

Al contrario di moltissime altre sostanze benefiche per l'organismo, la biodisponibilità di licopene aumenta con la cottura dei cibi: i prodotti a base di pomodori come salse, sughi, ketchup, doppio e triplo concentrato, che subiscono una cottura, contengono una maggior quantità di licopene biodisponibile rispetto ai pomodori crudi. La quantità di licopene nei pomodori dipende anche dal grado di maturazione: i pomodori maturi ne contengono di più.

Il licopene è utilizzato per prevenire le patologie cardiovascolari, vari tipi di tumore, e per il virus del papilloma umano. Sebbene ci siano evidenze scientifiche che una dieta ricca di cibi contenenti licopene sia utile per prevenire molte di queste patologie, il fatto che una integrazione di licopene possa portare a risultati medesimi non è ancora dimostrato

 

 

Controindicazioni

Gli sudi hanno dimostrato che non esistono controindicazioni nell'assunzione di 30 mg al giorno di licopene per 8 settimane. Non sembrano esserci interazioni con farmaci, ma bisogna sempre considerare che gli studi in merito sono ancora pochi.

Licopene

Benefici dell'integrazione di licopene

Effetti dimostrati (forte evidenza)

Azione antiossidante generale

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Prevenire la carenza di licopene

Diminuzione dell'incidenza di alcuni tumori. Gli studi hanno dimostrato una correlazione tra l'assunzione di cibi ricchi di licopene e l'incidenza di alcuni tumori, ma ovviamente questo non dimostra che l'integrazione di licopene possa portare agli stessi risultati.

Dosaggio consigliato

Gli studi generalmente utilizzano dai 20 ai 40 mg di licopene al giorno, ma allo stato attuale non si può dire esattamente quale sia la dose efficace, semplicemente perché non esistono ancora prove certe riguardo l'efficacia dell'integrazione.

Conclusioni

Il licopene è una sostanza importante per l'organismo, ma allo stato attuale della ricerca una integrazione per un soggetto sano che segua una dieta corretta non è consigliabile. Sicuramente si ottiene un beneficio consumando con regolarità cibi ad alto contenuto di licopene, soprattutto pomodori e prodotti derivati.

Bibliografia

Dietary and plasma lycopene and the risk of breast cancer

Dietary intake of lycopene is associated with reduced pancreatic cancer risk

Plasma lycopene, other carotenoids, and retinol and the risk of cardiovascular disease in women

A European multicentre, placebo-controlled supplementation study with alpha-tocopherol, carotene-rich palm oil, lutein or lycopene: analysis of serum responses

The role of tomato products and lycopene in the prevention of prostate cancer: a meta-analysis of observational studies

Lycopene and myocardial infarction risk in the EURAMIC Study

A prospective study of tomato products, lycopene, and prostate cancer risk

Serum carotenoids and atherosclerosis. The Rotterdam Study

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Aminoacidi ramificati

Aminoacidi ramificati: sono davvero utili per gli sportivi? A chi servono, quando assumerli e in quale quantità.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Ipoparatiroidismo

L'ipoparatiroidismo è una condizione clinica causata da carenza del paratormone (PTH), caratterizzata da bassi livelli di calcio (ipocalcemia) e alti livelli di fosfati (iperfosfatemia).


Intossicazione da monossido di carbonio

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore, incolore, non irritante e si annovera tra le sostanze che mietono più vittime per intossicazione acuta.

 


Norovirus negli alimenti

I norovirus sono i virus che causano una delle poche malattie virali umane che si trasmettono con gli alimenti.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.


Carcinoma squamo cellulare

Il carcinoma squamo cellulare è una forma di cancro che colpisce la pelle, e si sviluppa, a patire dalle cellule squamose.


Tumore della vescica

Il tumore vescica è una tipologia di cancro che interessa l'organo deputato all'immagazzinamento dell'urina nella zona pelvica maschile, la vescica.