Spaghetti al nero di seppia

Gli spaghetti al nero di seppia sono un primo piatto tipico della cucina marinara delle coste e delle isole italiane. La ricetta degli spaghetti, spesso sostituiti dalle linguine, al nero di seppia può essere trovata anche in alcune zone costiere della Spagna (Catalogna) e della Francia (Provenza).

Solitamente, gli spaghetti al nero di seppia vengono accompagnati dagli stessi molluschi cefalopodi da cui si ricava il nero e quindi seppie, calamari, polpi o totani. In alternativa da gamberi, mazzancolle, altri crostacei o pesci dalla polpa soda e bianca (rana pescatrice, palombo, orata).

Il nero di seppia è un ingrediente molto saporito, nonché ipocalorico, dallo spiccato sapore salmastro, quindi il sugo che lo accompagna deve essere preferibilmente delicato per poter assaporare appieno l'intensità gustativa del nero.

Il nero di seppia si trova in vendita in bustine o vasetti oppure si può ricavare direttamente dalla sacca delle seppie che deve essere tenuta da parte integra, operazione che possiamo chiedere al nostro pescivendolo di fiducia di fare per noi.

Una vescica di nero è sufficiente per due persone (circa 3 grammi).

 

 

Ricetta degli spaghetti al nero di seppia 

Spaghetti al nero di seppia

Nella ricetta che segue, il sugo al nero di seppia viene arricchito dal pomodoro, consiglio di scegliere la varietà San Marzano DOP, o in alternativa i pelati.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di spaghetti
  • 6 g di nero di seppia
  • 4 calamari 
  • 4 pomodori San Marzano (o 4 pelati)
  • 1 punta di cucchiaino di concentrato di pomodoro
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1/2 cipolla
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • qualche fogliolina di prezzemolo fresco
  • sale e pepe q.b.
  • 1 peperoncino fresco (facoltativo)

Preparazione: lavare i calamari, privarli della pelle, dell'occhio e del dente (se non sono già stati puliti dal pescivendolo) e tagliarli a striscioline. Tritare l'aglio e la cipolla e preparare un soffritto in padella, facendo attenzione a non bruciarli. Tagliare i pomodori a cubetti e aggiungerli al soffritto, quindi unire anche i calamari e cuocere per circa 10 minuti. Successivamente aggiungere il concentrato di pomodoro e il nero di seppia e cuocere per altri 3-5 minuti. Sistemare di sale (non troppo dato che il nero di seppia è abbastanza sapido), pepe e peperoncino e coprire con il coperchio. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata secondo i tempi di cottura indicati sulla confezione, meglio lasciarli un filo al dente per poi continuare la cottura in padella con il condimento. Prima di servire decorare i piatti da portata con il prezzemolo tritato fresco.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Gramigna alla salsiccia

La gramigna alla salsiccia: la vera ricetta emiliana, senza panna, senza funghi, senza piselli, solo con ragù di salsiccia.


Angel cake

La Angel cake: può esistere davvero il cibo degli angeli? Provate questa torta sofficissima senza burro né uova.


Le mousse

Le mousse (o spume) sono preparazioni base della pasticceria molto ricche di aria, fatte con la pate a bombe e/o meringa italiana.


Fettuccine alla papalina

Le fettuccine alla papalina: un primo piatto tipico della cucina romana nato come variante della più famosa carbonara.

 


Pasta risottata con i cannolicchi

Pasta ai cannolicchi: un primo piatto di mare meno conosciuto di quello con le vongole ma altrettanto gustoso. Scopriamo come prepararli con la tecnica della pasta risottata.


Triglie alla livornese

Le triglie alla livornese: una ricetta semplicissima e ipocalorica che affonda le sue origini nei primi anni del Novecento.


Agnello (abbacchio) alla romana

Agnello o abbacchio alla romana: una ricetta gustosa per cucinare la carne di agnello abbinandolo alle acciughe sotto sale.


Spaghetti aglio olio peperoncino

Spaghetti aglio olio e peperoncino. La ricetta e le possibili varianti, come quella con olio a crudo.