Astaxantina

L'astaxantina è un pigmento di colore rosso/rosa, che si trova nel krill (Euphasia superba, un piccolissimo crostaceo che rappresenta probabilmente la specie animale più abbondante del pianeta) e in alcuni frutti di mare, e anche nelle piume dei fenicotteri e delle quaglie. È strutturalmente simile al beta-carotene (provitamina A), ma ha alcune differenze chimiche che ne conferiscono un particolare potere antiossidante, molto maggiore anche della vitamina A e della vitamina E.

L'astaxantina viene estratta da una fonte vegetale, Haematococcus pluvialis, un'alga unicellulare d'acqua dolce, che produce astaxantina come difesa in seguito ad uno stress ossidativo causato dalle condizioni ambientali avverse.

L'astaxantina sembra di essere in grado di migliorare molti parametri ematici, tra cui il colesterolo LDL, la glicemia nei diabetici, la pressione sanguigna (solo nei ratti ipertesi, non esistono ancora studi sugli umani). Inoltre, ha anche proprietà antiinfiammatorie e antiossidanti.

L'astaxantina è un colorante alimentare approvato in USA e in Europa, viene anche utilizzato come colorante per i mangimi, per pesci e animali (è la sostanza responsabile del colore rosso delle carni dei salmoni e delle trote salmonate, che vengono alimentate con mangimi naturalmente ricchi di astaxantina).

 

 

Controindicazioni

Gli studi sull'astaxantina come integratore non sono molti, dosi fino a 20-50 mg al giorno sembrano essere ben tollerate, ma gli studi sono ancora insufficienti per poter dire con certezza quale sia il livello di assunzione da potersi ritenere sicuro.

Astaxantina

Benefici dell'integrazione di astaxantina

Effetti accertati (forte evidenza)

Potente effetto antiossidante

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Può essere utile per prevenire le malattie cardiovascolari

Potenzialmente utile per controllare la glicemia nel diabete

Può aumentare la fertilità

Possibile effetto di protezione dal danno causato dalle radiazioni UVA

Dosaggio consigliato

Gli studi hanno utilizzato dosi di 6-8 mg al giorno (ai pasti), ma non è stata ancora determinata una dose efficace. Assumendo pesce di colore rosso, come il salmone e la trota salmonata, oppure assumendo cibi preparati con brodo di gamberi, si raggiungono abbastanza facilmente queste quantità anche solamente con la normale dieta.

Concusioni

L'astaxantina è un potente antiossidante, e sembra essere più sicuro della vitamina A, la cui tossicità si presente a livelli non troppo lontani dalla normale dose giornaliera raccomandata (e per questo è sconsigliabile come integratore).

Tuttavia, gli studi sull'astaxantina non sono ancora sufficienti, e quindi se ne sconsiglia l'assunzione, se non sotto controllo medico.

Bibliografia

Astaxanthin Increases Choroidal Blood Flow Velocity

Antioxidant Effect Of Astaxanthin On Phospholipid Peroxidation In Human Erythrocytes

Administration Of Natural Astaxanthin Increases Serum HDL-cholesterol And Adiponectin In Subjects With Mild Hyperlipidemia

Effects Of Astaxanthin On Oxidative Stress In Overweight And Obese Adults

Positive Effects Of Astaxanthin On Lipid Profiles And Oxidative Stress In Overweight Subjects

Effect Of Astaxanthin Supplementation On Muscle Damage And Oxidative Stress Markers In Elite Young Soccer Players

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Aminoacidi ramificati

Aminoacidi ramificati: sono davvero utili per gli sportivi? A chi servono, quando assumerli e in quale quantità.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Ipoparatiroidismo

L'ipoparatiroidismo è una condizione clinica causata da carenza del paratormone (PTH), caratterizzata da bassi livelli di calcio (ipocalcemia) e alti livelli di fosfati (iperfosfatemia).


Intossicazione da monossido di carbonio

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore, incolore, non irritante e si annovera tra le sostanze che mietono più vittime per intossicazione acuta.

 


Norovirus negli alimenti

I norovirus sono i virus che causano una delle poche malattie virali umane che si trasmettono con gli alimenti.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.


Carcinoma squamo cellulare

Il carcinoma squamo cellulare è una forma di cancro che colpisce la pelle, e si sviluppa, a patire dalle cellule squamose.


Tumore della vescica

Il tumore vescica è una tipologia di cancro che interessa l'organo deputato all'immagazzinamento dell'urina nella zona pelvica maschile, la vescica.