Tortilla spagnola

La tortilla de patatas spagnola, detta anche tortilla de papas, è una specie di frittata con le patate ma rispetto alla nostra frittata presenta alcune differenze fondamentali: è più alta e più stretta e al suo interno l'uovo deve rimanere un po' crudo e liquido, non perfettamente cotto, questo è un requisito essenziale affinchè una tortilla sia giudicata una buona tortilla ed è anche la cosa più difficile da imitare e da imparare quando ci si mette ai fornelli, almeno per noi italiani abituati ad un altro tipo di cottura delle uova.

Gli spagnoli mangiano la tortilla a tutte le ore, a colazione, a pranzo, come pincho per l'aperitivo, a cena e la si può trovare in qualsiasi bar o ristorante spagnolo. Agli spagnoli, comunque, piace molto anche farla in casa.

Spesso viene mangiata come bocadillo (panino) in mezzo a due fette di pane, oppure abbinata alla maionese o ad una salsa di pomodoro fresco.

Oltre alla classica tortilla composta solo da uova e patate, esitono numerose varianti: con cipolla o aglio, con peperoni verdi, con prosciutto (jamon), con chorizo (un salame piccante spagnolo), con piselli, con formaggio.

Storia e tradizione della tortilla spagnola

Il primo documento storico in cui si trova un riferimento alla tortilla risale al 1817 in un documento di Navarra, in cui si spiega la ricetta che secondo la leggenda è stata inventata dal generale Tomás de Zumalacárregui di Bilbao.

 

 

Tortilla spagnola

La tortilla fu introdotta nella dieta dei soldati spagnoli come piatto nutriente e saziante e venne presto assunta anche dalle famiglie di contadini in un'epoca di scarsità e povertà, dato che è composta solo da ingredienti umili e facili da reperire, patate e uova appunto.

Da allora, la tortilla si è inserita perfettamente nella tradizione spagnola ed oggi è uno dei pochi piatti nazionali, consumato e cucinato in tutto il territorio, inoltre ed è divenuta un piatto simbolo della cucina spagnola in tutto il mondo.

Ricetta della tortilla de patatas

Quando si vuole fare la tortilla è bene tener presente che la cucina spagnola, rispetto alla nostra, abbonda molto di più in olio. Le patate, per esempio, prima di essere messe assieme alle uova, vengono fritte.
Questo implica che se si vuole un risultato ottimale, simile alla vera tortilla spagnola, si otterrà un piatto ipercalorico, da consumare con moderazione, una fettina a testa è sufficiente.
La tortilla è ideale, ad esempio, da portare ad una festa o ad un picnic e da condividere con altri commensali.

Quella che propongo è la ricetta classica.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per circa 8 persone

  • 4 uova
  • 500 g di patate a pasta gialla
  • 1/4 l di olio extra vergine di oliva (o olio di semi per friggere)
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Lavare e sbucciare le patate, poi tagliarle a rondelle sottili, quindi friggerle in olio bollente. Asciugarle con carta assorbente e riporle in un contenitore, nel frattempo sbattere le uova in una ciotola capiente, dove poi andranno aggiunte le patate fritte raffreddate, e sistemare di sale e pepe.

Usare una casseruola alta e stretta, con un diametro di 20 cm circa, non una padella larga come si farebbe per la nostra frittata.

Mettere un cucchiaio d'olio, farlo scaldare a fiamma bassa, poi aggiungere il composto di uova e patate e cuocere sempre a fiamma bassa per circa 10 minuti coprendo con un coperchio più grande della casseruola. Quindi aiutandosi con il coperchio girare la tortilla e cuocere dall'altro lato per altri 10 minuti, sempre coperto.

La tortilla deve avere le due superfici dorate e al suo interno deve rimanere un po' molle, con l'uovo quasi crudo.

Si può servire calda, tiepida o anche fredda, accompagnata da insalata, maionese, pomodoro fresco o altre verdure.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

255 kcal - 1066 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

3 g

Proteine

4 g - 7%

Carboidrati

9 g - 15%

Grassi

22 g - 78%

di cui

 

saturi

3.5 g

monoinsaturi

14.3 g

polinsaturi

1.7 g

Fibre

1 g

Colesterolo

97 mg

Sodio

42 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Patate duchessa

Le patate duchessa sono un contorno di origine francese (pommes duchesse) dove le patate sono arricchite da uovo, burro e parmigiano.


Pizza in pala romana

La pizza in pala romana: una declinazione diversa rispetto alla classica pizza napoletana. Preparazione stesura, cottura della pizza ad alta idratazione.


I dolci di natale

I dolci di Natale: l'elenco di tutti i dolci tipici suddivisi per regione e per Paese.


Struffoli napoletani

Gli struffoli: un dolce napoletano a base di palline di impasto aromatizzato all'anice, fritte e poi decorate con miele, canditi e confetti.

 


Spoja lorda o minestra imbottita

La spoja lorda o minestra imbottita: una ricetta romagnola di recupero che nasce come costola dei più sontuosi cappelletti.


Cannoli siciliani

I cannoli siciliani: uno dei dolci più tipici della Sicilia farcito di crema di ricotta e frutta candita.


Brownies

I brownies, i tipici biscotti al cioccolato di origine americana, tanto gustosi quanto calorici. Scopriamo tutti i segreti per prepararli al meglio.


Bostrengo

Il bostrengo, un antico dolce marchigiano natalizio a base di cereali come farro e riso.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.