La dieta per l'abbronzatura

L'estate si avvicina e i fanatici dell'abbronzatura iniziano a cercare ogni metodo per diventare più abbronzati e più a lungo.

Prima di prendere in considerazione gli eventuali effetti della dieta abbronzante dobbiamo dire una cosa fondamentale: il sole aumenta la probabilità di cancro alla pelle e sicuramente causa l'invecchiamento precoce della pelle.

Dunque, ritengo che l'abbronzatura a scopo estetico, oltre ad essere una perdita di tempo, è sicuramente il modo migliore per avere una brutta pelle in età avanzata e di aumentare il rischio di contrarre un tumore alla pelle.

Dieta abbronzante: mito o realtà?

Dieta abbronzante

In genere quando si parla di dieta abbronzante i consigli sono di mangiare molta frutta e verdura, di evitare gli alcolici, di evitare abbuffate e cibi troppo pesanti. Questi consigli francamente con l'abbronzatura c'entrano poco o nulla e sono indicazioni valide sempre e per chiunque, insomma chi segue una dieta sana segue una dieta del genere tutto l'anno.

Il consiglio di aumentare l'assunzione di alimenti ricchi di carotenoidi o addirittura di assumere integratori è l'unico specifico per l'abbronzatura in quanto i carotenoidi aumenterebbero la produzione di melanina, un pigmento prodotto dalla pelle in seguito all'esposizione ai raggi solari. Purtroppo però non esiste un legame tra l'assunzione di betacarotene e l'aumento della produzione di melanina, dunque la dieta per favorire l'abbronzatura non esiste. Una corretta idratazione e l'assunzione con la dieta o gli integratori di vitamine antiossidanti (C ed E) sono pratiche che proteggono dai danni del sole ma francamente, piuttosto che curare il danno indotto dal sole con la dieta, esiste un modo molto più semplice: astenersi dalla tintarella o utilizzare creme molto protettive.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Dieta


Il fabbisogno calorico

Il fabbisogno calorico giornaliero è la quantità di energia (espressa in kcal) necessaria al mantenimento del nostro peso corporeo.


Il metabolismo basso

Come capire se si ha un metabolismo davvero basso o se si è dei veri mangioni.


Etichetta a semaforo (traffic light label)

Un recente dibattito dell'Unione Europea sulle etichette a semaforo per aiutare la popolazione ad alimentarsi in modo più equilibrato: vantaggi e svantaggi.


Perché la pizza è difficile da digerire?

Tantissime persone non riescono a digerire correttamente la pizza: non è solo una questione di lievitazione e cottura, ma anche di quantità... Perché il troppo, comunque, stroppia!

 


La pizza fa ingrassare?

La pizza fa ingrassare? Scopriamo, dati alla mano, se può essere considerata solo uno sgarro alimentare da concedersi ogni tanto, o se è possibile assumerla più di frequente.


Quante calorie ha la pizza?

Quante calorie ha una pizza? Sebbene sia un alimento variabile, è possibile risalire con abbastanza precisione alle calorie totali sia di una margherita che di una pizza condita.


La mozzarella fa ingrassare?

La mozzarella fa ingrassare? È tradizionalmente considerato un formaggio adatto in una dieta ipocalorica, in realtà a causa della sua appetibilità è un formaggio pericoloso per la linea!


Calorie del formaggio

Le calorie del formaggio sono molto variabili, ma dividendo i formaggi in categorie è possibile calcolarle in modo molto semplice!