Piacentinu ennese DOP

Il Piacentinu Ennese è un formaggio pecorino aromatizzato allo zafferano e al pepe nero che viene prodotto nella povincia di Enna, in Sicilia. In dialetto viene chiamato piacentinu ennisi, e la terminologia corretta della DOP, ottenuta nel febbraio del 2011, è Piacentinu Ennese.
Il suo nome deriva molto probabilmente dal dialetto locale "piacentì", ossia "che piace", anche se alcuni sostengono, invece, che derivi dalla parola "piagentinu", ossia "che piange", per vie delle lacrime di grasso che trasudano dalla forma.

La peculiarità del piacentinu ennese sta nell'aggiungere al latte di pecora lo zafferano, abitudine tipica della zona di Enna e risalente, secondo alcune testimonianze, al IV secolo d.C. Durante l'epoca romana, infatti, allo zafferano venivano riconosciute proprietà antidepressive ed energizzanti, da qui l'idea di aggiungere questa spezia al formaggio per ottenere un prodotto che, oltre ad essere più saporito e speziato di un pecorino classico, fosse anche corroborante e utile nei casi di mancanza di energia.

Caratteristiche

Piacentino Ennese

Il Piacentinu ennese è un formaggio a pasta pressata compatta, si presenta di forma cilindrica di 20-21 cm di diametro e  14-15 cm di scalzo, ed ha un peso che varia dai 3,5 ai 4,5 kg. La crosta del piacentinu è rigata per via dei giunchi dove le forme vengono messe a stagionare, è di colore giallo, sottile, translucida e oleosa, almeno nei primi mesi di stagionatura, poi, via via che il periodo di stagionatura aumenta, allora la crosta si inspessisce fino ad un massimo di 5 mm e si fa più secca. La pasta del piacentinu è di colore giallo carico, per via dello zafferano, compatta, liscia, non granulosa, con occhiatura inesistente o comunque minima. All'interno sono presenti grani di pepe nero distribuiti in maniera disomogenea. Il sapore è delicato ma intenso e leggermente piccante, all'olfatto prevalgono i sentori floreali e speziati. 

 

 

Produzione

Il Piacentinu Ennese DOP viene prodotto esclusivamente con latte ovino, munto dalle razze locali di pecore (la Pinzarita, la Valle del Belice e la Comisana), alimentate a fieni e foraggi in inverno e al pascolo d'estate. Durante la lavorazione del latte viene aggiunto nella tina di legno lo zafferano in pistilli, anch'esso coltivato e prodotto nella povincia di Enna, nella quantità di massimo 5 grammi ogni 100 litri di latte.
Latte e zafferano coagulano insieme a temperatura intorno ai 32-35°C per 45 minuti. Una volta ottenuta la cagliata, questa viene travasata in contenitori di giunco, localmente chiamati fascedde, e a questo punto viene aggiunto anche il pepe nero in grani. Ogni fascedda viene poi scottata nel siero ancora caldo e lasciata ad asciugare per qualche ora. Poi si procede con la salatura a secco. La stagionatura avviene in grotte naturali a temperatura di 8-10°C e umidità al 70-80%.
La stagionatura deve rispettare un minimo di 60 giorni, secondo il disciplinare, fino ad un massimo di 4 mesi e oltre.  

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità


Silter DOP

Il Silter: un formaggio lombardo con una stagionatura di minimo 100 giorni, DOP dal 2015.


Stilton DOP e White Stilton DOP

Un unico formaggio erborinato inglese per due DOP: Stilton e White Stilton.


Yogurt: guida a una scelta di qualità

Yogurt: guida a una scelta di qualità e possibilità di farselo in casa.


Scegliere la pasta di qualità

Scegliere la pasta di qualità: bisogna basarsi sul tipo di trafila (in bronzo) e sul metodo di essiccazione (lenta). Scopriamo quali sono le migliori marche.

 


Come scegliere il burro

Come scegliere il burro: i criteri di scelta per un burro di qualità, da panna di centrifuga.


Richiami Alimentari: cosa sono e come funzionano?

Come funziona un richiamo alimentare, e quando un prodotto alimentare viene ritirato perché pericoloso? Ci sono rischi per la nostra salute?


Le uova: guida a una scelta di qualità

Le uova di gallina: guida a una scelta di qualità.


Come scegliere l'olio extravergine di oliva

Come scegliere l'olio extravergine di oliva: i criteri di scelta per un olio di qualità.