Yogurt: guida a una scelta di qualità

 

Guarda il video >>

Lo yogurt è un alimento fondamentale, per diversi motivi che analizzeremo in questo articolo. L'offerta di yogurt è molto ampia e diversificata e non tutte le scelte sono corrette, quindi occorre fare attenzione nella scelta di questo prodotto.

Sicurezza

Qualità nutrizionali

Qualità organolettiche

Come scegliere

COSA OFFRE IL MERCATO

Sicurezza

Lo yogurt è un alimento la cui acidità piuttosto elevata inibisce lo sviluppo dei microorganismi patogeni. Infatti lo yogurt si conserva bene anche per 20-25 giorni, senza l'utilizzo di conservanti: è dunque un alimento assolutamente sicuro se si rispettano le date di scadenza e una corretta conservazione in frigorifero.

Qualità nutrizionali

Lo yogurt bianco intero ha caratteristiche nutrizionali uniche: infatti è un alimento completo, contenente carboidrati, proteine e grassi in proporzioni quasi ottimali.

È più digeribile del latte, grazie alle fermentazioni che favoriscono l'assimilazione di tutti i nutrienti del latte: infatti può essere assunto anche da coloro che hanno lievi intolleranze al lattosio, pur contenendo il 3% di lattosio.

L'acido lattico, presente nella misura dell'1%, favorisce la digeribilità delle proteine e dei grassi e migliora l'assorbimento dei minerali come il calcio. Lo yogurt contiene una grande quantità di calcio, e rispetto alle altre fonti di questo minerale ha meno calorie, è più saziante e più digeribile.

 

 

I microorganismi presenti nello yogurt migliorano la microflora intestinale ostacolando i processi putrefattivi e fermentativi.

Lo yogurt intero bianco dovrebbe quindi far parte di una alimentazione corretta.

Gli yogurt magri, con un tenore di grassi inferiore all'1% (di solito lo 0.1%), non sono da preferire perché oltre ad essere molto meno appetibili (già lo yogurt intero bianco non è un prodotto goloso, figuriamoci se gli togliamo tutti i grassi...), saziano anche meno rispetto allo yogurt intero.

Gli yogurt alla frutta sono sempre addizionati con zucchero (o dolcificanti), il che ne aumenta notevolmente l'appetibilità e le calorie con il rischio di assumerne troppe.

Le caratteristiche di questi due prodotti non sono altrettanto buone e vanno valutate con attenzione, per questo rimandiamo alla fine dell'articolo.

Qualità organolettiche

 

 

A parità di tecnologia di produzione, le caratteristiche dello yogurt dipendono da due fattori: la proporzione tra i microorganismi fermentanti (Streptococcus termophilus e Lactobacillus bulgaricus) e la qualità del latte di partenza. Queste caratteristiche assumono una grande importanza nella produzione casalinga di yogurt.

Gli yogurt interi banchi in commercio hanno più o meno gli stessi valori nutrizionali e possono essere scelti in base alle preferenze di gusto.

Gli altri yogurt, alla frutta, ai cereali, ecc. vanno valutati anche in base al contenuto calorico: è facile rendere buono uno yogurt aggiungendo zuccheri o grassi.

Come scegliere

Yogurt

La scelta migliore dal punto di vista nutrizionale ricade sullo yogurt intero bianco: queste scelta risulterà sicuramente impopolare considerando che il palato medio desidera gusti più dolci e considera lo yogurt bianco una punizione.

Noi consigliamo di abituare il proprio gusto a considerare lo yogurt intero bianco un alimento appetibile, oppure consigliamo di addolcirlo nei modi seguenti. Sconsigliamo comunque l'acquisto degli altri prodotti offerti dal mercato, che rappresentano una scelta meno interessante sia dal punto di vista nutrizionale che dal punto di vista del gusto.

Lo yogurt intero bianco si può autoprodurre risparmiando oltre il 50% di denaro, e senza dover acquistare una yogurtiera. Vedi articolo su come fare lo yogurt in casa.

Si può acquistare lo yogurt bianco (o autoprodurre) e assumerlo come tale, oppure lo si addizioni con marmellata a basso tenore di zuccheri (40% di zuccheri), nella misura di 10-15 grammi di marmellata per 100 grammi di yogurt. Si otterrà un prodotto con circa 80-85 kcal per 100 grammi. Ancora meglio se lo si addiziona con frutta fresca come banane, mele, pere, pesche, ecc. Si può anche dolcificare con miele, fruttosio o sciroppo d'acero. Il prodotto risultante non dovrebbe mai avere un tenore in zuccheri superiore al 10%.

Lo yogurt greco magro (per esempio il Total 0%) contiene il 10% di proteine (quasi tre volte lo yogurt tradizionale) e nonostante non contenga grassi, ha un potere saziante notevole. Questo prodotto è molto cremoso e si presta benissimo ad essere addolcito in misura maggiore rispetto allo yogurt intero, dunque utilizzato come base per produrre dolci ipocalorici. Se proprio volete un prodotto più dolce, potete ripiegare su questa scelta.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità


Formaggi DOP italiani

I formaggi DOP italiani: elenco di tutti i formaggi a Denominazione di Origine Protetta e loro descrizione dettagliata.


Il prosciutto di Norcia IGP

Il prosciutto di Norcia IGP: un disciplinare meno efficace rispetto a quello degli altri prosciutti italiani.


Jamon patanegra - Il prosciutto spagnolo

Jamon patanegra: il prosciutto spagnolo il cui vero nome, in realtà, è prosciutto iberico, dalla razza dei maiali.


Yogurt: guida a una scelta di qualità

Yogurt: guida a una scelta di qualità e possibilità di farselo in casa.

 


Coppa piacentina

La coppa piacentina DOP: un salume molto speziato ottenuto dai muscoli cervicali del maiale.


Prosciutti italiani - Prosciutto di Modena, Euganeo, Toscano e Jambon de Bosses

Prosciutti italiani di qualità: Prosciutto di Modena, Euganeo, Toscano e Jambon de bosses.


Agricoltura e alimentazione biologica

L'agricoltura e l'alimentazione biologica: un metodo che ammette l'uso esclusivo di sostanze naturali e non chimiche.


Come scegliere l'aceto balsamico

Come scegliere l'aceto balsamico: i criteri di scelta basati sugli ingredienti e sulla denominazione di vendita.