I dimagranti da banco in farmacia

ABSTRACT: i dimagranti da banco funzionano? Il sondaggio condotto durante l'estate non lascia dubbi.

Ecco qui sotto i risultati del sondaggio condotto da giugno ad agosto 2002 sui dimagranti da banco:

 

Dimagranti

I dimagranti "da banco" (ovvero quelli acquistabili in farmacia senza ricetta del medico) hanno spopolato durante l'ultima primavera e parte dell'estate del 2002, grazie a una pesante campagna pubblicitaria delle case farmaceutiche.

Tutti questi prodotti promettevano (e promettono tutt'ora) risparmi calorici tali da consentire a chiunque di abbuffarsi senza dover pensare alle calorie in eccesso. Moltissimi italiani non aspettavano altro, a giudicare dai risultati del nostro sondaggio che mostra come quasi un visitatore su due abbia provato questi integratori miracolosi.

Ma questi prodotti sono efficaci oppure no? Per avere una prima (deludente) risposta basta guardare il grafico a destra per capire che il grado di soddisfazione è bassissimo.

Facendo una analisi più approfondita sulle risposte al sondaggio, lo sconforto aumenta: su 287 soggetti che hanno provato i dimagranti da banco, ben 257 (il 90%!) hanno risposto che sono inefficaci, e solamente il 6% (40 soggetti) che sono efficaci.

Questi risultati parlano da soli, non credo che occorra aggiungere nulla. Le case farmaceutiche hanno letteralmente preso in giro milioni di italiani con pubblicità ingannevoli (alcune denunciate e condannate per questo, all'insaputa dei più) basate su esperimenti "scientifici" fasulli e su messaggi che rasentano il ridicolo. Milioni di euro guadagnati con pratiche a dir poco discutibili.

 

 

Negli anni successivi al 2002 il fenomeno dei dimagranti si è ridimensionato di molto (ora rimangono solo un paio di aziende a fare pubblicità in televisione). Questo dimostra ulteriormanete la scarsissima efficacia dei dimagranti: la gente si è fatta imbrogliare solo una volta.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Quanto zucchero al giorno?

Quanto zucchero possiamo assumere al giorno? Facciamo chiarezza analizzando il documento ufficiale dell'OMS.


Lo zucchero fa male?

Lo zucchero fa male? Analizzando il documento ufficiale dell'OMS scopriamo che non è così 'tossico' come molti vorrebbero farci credere...


Fruttosio

Il fruttosio: lo zucchero a basso indice glicemico e con potere dolcificante (teorico) superiore al saccarosio.


Antiossidanti

Gli antiossidanti sono additivi utilizzati per evitare l'irrancidimento ossidativo, gli imbrunimenti e altre alterazioni causate dall'ossigeno. Alcuni di essi sono innocui, altri potenzialmente a rischio.

 


Burro a ridotto contenuto di colesterolo: un prodotto inutile!

Il burro a ridotto contenuto di colesterolo ne contiene l'80% in meno, tuttavia non essendo il burro una fonte importante di colesterolo, non ha molto senso utilizzarlo.


Burro light o a ridotto contenuto calorico: lasciamo perdere!

Il burro light (o leggeto, o a ridotto contenuto calorico) contiene la metà dei grassi e delle calorie rispetto al burro, ma ciò nonostante rimane un prodotto che non comporta vantaggi particolari.


Cioccolato rosa o ruby

Il cioccolato rosa o ruby (rubino): la novità del 2017, assolutamente naturale, senza coloranti, prodotto dalla casa cioccolatiera Callebaut.


Margarina

La margarina è un grasso alimentare solido, prodotto industrialmente, utilizzato come surrogato del burro, da evitare nella stragrande maggioranza dei casi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.