Coniglio in porchetta

Il coniglio in porchetta è una preparazione tipica del Centro Italia (Marche, Toscana, Lazio, Umbria) che emula una ricetta simile ma ben più famosa, la porchetta a base di maiale.
In breve il coniglio in porchetta viene preparato con il metodo cosiddetto "porchettato": disossato e lasciato intero, quindi farcito con un composto a base di carne mista ed erbe aromatiche tra cui spicca il finocchietto selvatico, arrotolato su se stesso, legato con uno spago da cucina e cotto in forno, quindi servito a fette e guarnito dal suo stesso intingolo.

Il procedimento è del tutto simile a quello della porchetta, anche se raramente il coniglio viene considerato un cibo da strada e mangiato, ad esempio, dentro due fette di pane, piuttosto viene consumato come secondo piatto, come ricetta tipica delle festività pasquali.

Un'altra importanze differenza con la porchetta vera e propria sta nelle dimensioni: un coniglio intero è molto più piccolo di un maialino, quindi è più facile da preparare in casa, mentre per cuocere la porchetta ci vuole un forno molto più grande di quelli standard casalinghi.

Una curiosità, vicino Perugia si tiene ogni anno a maggio una sagra chiamata Porchettiamo, dove tanti produttori artigianali presentano le loro specialità "porchettate".

Ricetta del coniglio in porchetta

 

Coniglio in porchetta

La ricetta che propongo è quella tradizionale marchigiana, la quale prevede che nella farcitura del coniglio ci siano le stesse interiora, quindi consiglio di chiedere al proprio macellaio di fiducia se ci pulisce e disossa il coniglio e ci mette da parte le frattaglie (cuore, fegato e rognoni).

Una volta acquistato un coniglio intero pulito e disossato la preparazione è semplicissima.

Ingredienti per 4 persone

  • 1 coniglio intero pulito e disossato
  • le frattaglie del coniglio
  • 1 cipolla
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • 100 g di lardo o pancetta
  • 2 spicchi d'aglio
  • 200 g di salsiccia o carne macinata mista
  • 100 g di olive nere denocciolate
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • un mazzetto di odori (peperoncino, timo, rosmarino, salvia, prezzemolo)
  • finocchietto selvatico q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • sale e pepe q.b.

Procedimento:

Lavare tutte le verdure e tagliarle a cubetti, preparare un soffritto in una padella con l'olio, la cipolla, la carota e il sedano, unire le frattaglie sminuzzate e la salsiccia ugualmente tritata. A fine cottura unire anche le olive e le erbe aromatiche. Cuocere per pochi minuti (5-10).

Stendere la carne di coniglio con un batticarne e disporla su un piano da lavoro, farcirla con l'intingolo appena preparato e arrotolarla su se stessa formando un cilindro, chiudere bene il rotolo aiutandosi con degli stuzzicadenti o uno spago da cucina.

Attorno al rotolo disporre le fette di lardo o di pancetta, volendo si può avvolgere il rotolo nella carta stagnola, e metterlo in una teglia con gli spicchi d'aglio e una spruzzata di vino, sistemare di sale e pepe.
Cuocere a 190°C per circa 20 minuti.
Fare attenzione a non cuocere troppo la carne di coniglio altrimenti diventa stopposa.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Insetti commestibili

Gli insetti commestibili: da esclusivo appannaggio di alcuni popoli etnici a cibo che salverà il futuro mondiale.


Fritto misto all'italiana

Si fa presto a dire fritto misto all'italiana ma le varianti regionali sono tantissime.


Fritto misto di pesce

Il fritto misto di pesce: il secondo piatto di mare per eccellenza, a base di gamberi, calamari e alici.


Fritto di paranza

La paranza o il fritto di paranza: un piatto di mare che prevede una grande varietà di pesci con le lische fritti.

 


Crocchette di patate

Le crocchette di patate o crocchè sono un classico cibo da strada diffuso soprattutto nel Meridione e in Spagna.


Crema fritta - cremini fritti

La crema fritta: uno dei protagonisti del fritto misto all'italiana mangiato sia come contorno che come dessert.


Olive all'ascolana

Le olive all'ascolana, ripiene di carne e fritte: un piatto che dalle Marche ha fatto il giro del mondo.


Quique Dacosta

Enrique detto Quique Dacosta: lo chef spagnolo tre stelle Michelin e presente nell'elenco dei 50 Best Restaurants.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.