Liquore alla liquirizia - Ricetta

 

Guarda il video >>

Il liquore alla liquirizia è un liquore particolarmente diffuso e apprezzato in Italia. Assieme al limoncello, non manca mai nelle tavole dei ristoranti dove viene servito a fine pasto, come digestivo.

In Italia, considerata a livello mondiale, una delle zone più vocate alla coltivazione della liquirizia, soprattutto nelle regioni Calabria e Abruzzo, esistono tantissime aziende che producono liquore alla liquirizia, ma a chi piace sperimentare consiglio di provare a farlo in casa. La ricetta è molto semplice e in più il liquore alla liquirizia ha il vantaggio di poter essere preparato e subito consumato, una volta raffreddatosi, senza dover attendere lunghi tempi di infusione/maturazione. Di solito viene gustato freddo, a temperatura di frigorifero o di freezer.

Gli ingredienti per preparare questo liquore sono 4, tutti facili da reperire: acqua, zucchero, alcol puro e liquirizia.

La migliore forma in cui utilizzare la liquirizia è quella in polvere, la stessa che viene usata anche in pasticceria o nella preparazione di gelati e sorbetti. Consiglio di acquistare una polvere di liquirizia pura di buona qualità, come quella dell'azienda Amarelli, leader internazionale nella produzione di liquirizia, o di altra marca. Si può acquistare in drogheria, in alcune farmacie e anche online.

 

 

La polvere si scioglie bene e sarà più facile evitare la formazione di grumi. Alcune ricette prevedono di utilizzare le caramelle alla liquirizia pura, ma vanno comunque tritate, operazione non semplicissima. Alcuni, ancora, usano le rotelle (tipo Haribo), ma anche in questo caso le sconsiglio perché difficili da triturare e ridurre in polvere, di solito si fanno sciogliere. Infine, usando i bastoncini di liquirizia, il procedimento si allunga poiché le radici devono rimanere in infusione per almeno una settimana.

Ricetta del liquore alla liquirizia

Liquore liquirizia

La ricetta che proponiamo, con polvere di liquirizia, è davvero semplice e veloce. Inoltre, permetterà di ottenere un liquore denso e cremoso, che è poi la consistenza che si cerca nel liquore alla liquirizia.

Ingredienti per una bottiglia da 1 litro

  • 75 g di liquirizia pura in polvere
  • 330 g di alcool puro ad uso alimentare (95% Vol)
  • 300 g di acqua
  • 300 g di zucchero

Preparazione

In un pentolino mescolare acqua e zucchero, portare ad ebollizione e aggiungere la polvere di liquirizia, abbassando la fiamma e mescolando continuamente con una frusta evitando la formazione di grumi. Continuare ad amalgamare il composto finché la liquirizia non sarà completamente sciolta. Si deve ottenere un liquido molto denso; a questo punto filtrarlo in una ciotola più grande tramite un colino, farlo raffreddare e aggiungere l'alcool sempre mescolando con una frusta. Dopo qualche minuto rimuovere con una schiumarola la patina chiara che si è formata in superficie e travasare il liquore in una bottiglia servendosi di un imbuto.
Mettere le bottiglie in congelatore e servire freddo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Crescentine e gnocco fritto

Le crescentine e il gnocco fritto: il tipico antipasto bolognese.


Naturhouse - Dieta per dimagrire

La dieta Naturhouse funziona? La nostra analisi critica: prezzi, opinioni, controindicazioni.


Punta di petto

Punta di petto : il taglio di carne bovina di terza categoria utilizzato per il brodo, ma negli USA anche per fare i panini.


Caffè d'orzo: il caffè senza caffeina

Il caffè d'orzo, un surrogato del caffè ma senza caffeina. Come si prepara, calorie, storia e proprietà.

 


Lime o limetta

Lime o limetta, un frutto che sopravvive solo nei climi tropicali.


Brioche ricetta originale francese

La brioche: la ricetta originale di un dolce da forno lievitato di origine francese e dalle mille varianti.


Olio di soia

L'olio di soia è uno degli oli più utilizzati al mondo, utilizzato per cucinare o come base per produrre margarina.


Calorie della verdura

Le calorie della verdura: quando è possibile trascurarle e quando, invece, possono rappresentare un valido alleato nelle diete.