Criptococcosi

La criptococcosi è una malattia, abbastanza rara, causata da un tipo di fungo, chiamato Cryptococcus, che si trova in quasi tutto il mondo, ed è solitamente associato ad escrementi di uccelli. Il genere di fungo Cryptococcus contiene più di 50 specie, ma le principali specie patogene di Cryptococcus, che possono causare una malattia nell'uomo, sono il Cryptococcus neoformans e un'altra specie, meno comune, che si chiama Cryptococcus gattii, e solitamente si trova sugli alberi di eucalipto nelle regioni tropicali e subtropicali.

Dal 1999, il C. gattii è stato anche trovato nelle regioni del Pacifico nord-occidentale, in particolare Victoria Island in British Columbia, Oregon, Washington e negli Stati Uniti. Il Cryptococcus neoformans infetta, generalmente, soggetti immunocompromessi e la maggior parte delle persone che sviluppano infezioni da criptococco sono HIV-positivi. Tuttavia, può capitare, che anche una persona sana, senza un sistema immunitario compromesso, venga infettata da tale fungo, ma ci sono alte probabilità che la malattia decorra in maniera asintomatica.

Può colpire anche gli animali, domestici e non, ma non ci sono studi certi riguardo alla trasmissione animale-uomo. La diffusione di questa malattia avviene sostanzialmente per inalazione di polveri nell'aria contenenti il fungo. La criptococcosi non si diffonde da persona a persona.

Cause

Il Cryptococcus è il fungo che causa questa malattia, solitamente si trova sul terreno, ed è diffuso tramite gli escrementi di uccelli, mentre alcune specie si trovano sugli alberi di eucalipto. Generalmente si viene a contatto con questo fungo per via inalatoria, ma una volta contratto, il fungo, può diffondersi per via ematogena o linfatica a tutti gli organi del corpo.

 

 

Fattori di rischio

Questa infezione può colpire maggiormente le persone con un sistema immunitario già indebolito, come per esempio persone che:

La criptococcosi è tra le più comuni infezioni fungine che possono minacciare la vita delle persone che già soffrono di AIDS.

Sintomi

La criptococcosi può causare, soprattutto nei pazienti immunodepressi, gravi patologie come ad esempio la polmonite, la meningite e la meningoencefalite (processo infiammatorio dell'encefalo e delle meningi).

Se l'infezione si espande può causare problemi alle ossa, alla prostata, ai reni e alla cute. Generalmente è caratterizzata da mancanza di respiro, tosse e febbre, ma possono verificarsi anche lesioni cutanee.

I sintomi, che dipendono dal fatto che il fungo abbia attaccato il sistema nervoso centrale o i polmoni, possono includere:

Criptococcosi
  • deperimento;
  • meningite;
  • convulsioni;
  • umore depresso;
  • febbre, solitamente bassa;
  • mal di testa;
  • nausea e vomito;
  • tosse;
  • stato confusionale;
  • coma;
  • papule (lesioni cutanee);
  • vertigini;
  • vista offuscata;
  • dolore osseo;
  • dolore al petto;
  • affaticamento;
  • sudorazione eccessiva, soprattutto di notte;
  • ghiandole gonfie;
  • mancanza di respiro.

I tempi di incubazione variano in relazione al tipo di criptococco che ha causata la malattia, i sintomi di infezione da C. gattii si presentano dai 2 ai 11 mesi dopo l'esposizione al fungo, mentre il tempo di incubazione per C. neoformans non è noto. Se si soffre di questi sintomi è molto importante effettuare una valutazione medica immediata.

Prevenzione

Il C. neoformans è comunemente diffuso da escrementi di uccelli, in particolare escrementi di piccione. Le persone che hanno un sistema immunitario indebolito dovrebbero evitare di frequentare aree contaminate da escrementi di uccelli, ed evitare il contatto con gli uccelli stessi. Non ci sono raccomandazioni formali per la prevenzione di Criptococcosi.

Diagnosi

La diagnosi di criptococcosi viene effettuata grazie ad una visita medica e a degli esami di laboratorio. La criptococcosi può essere inizialmente scambiata per tumore polmonare con metastasi cerebrali e nei casi di interessamento polmonare per tubercolosi. Durante la visita, l'esame fisico può rivelare:

  • suoni del respiro anomali;
  • tachicardia;
  • febbre;
  • alterazioni dello stato mentale;

Visto che la criptococcosi può colpire più parti del corpo, dai polmoni al sistema nervoso centrale, sono vari i test che possono essere effettuati:

  • analisi del sangue e delle urine;
  • TAC alla testa;
  • coltura dell'espettorato;
  • biopsia polmonare;
  • broncoscopia;
  • puntura lombare, per ottenere un campione di liquido cerebrospinale;
  • radiografia del torace;
  • test dell'antigene criptococco (individua una particolare molecola che il fungo Cryptococcus neoformans può mettere in circolo nel sangue).

Terapia

Alcune infezioni, soprattutto quelle contratte da pazienti che hanno un sistema immunitario sano, non richiedono alcun trattamento, perché tendono a passare da sole, anche se saranno necessari regolari check-up per almeno un anno, per assicurarsi che l'infezione sia passata del tutto. A volte è consigliato comunque assumere del fluconazolo per prevenire un'espansione della malattia e ridurre il suo decorso. Se ci sono lesioni polmonari, del sistema nervoso, o la malattia si è diffusa in altre parti del corpo, vengono prescritti i farmaci antifungini, anche per un lungo periodo di tempo. I farmaci comprendono:

  • amfotericina B, per i pazienti che soffrono di meningoencefalite o altre infezioni gravi;
  • flucitosina;
  • fluconazolo, utilizzato per i pazienti con forme più lievi di infezione che non coinvolgono il sistema nervoso centrale.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Aminoacidi ramificati

Aminoacidi ramificati: sono davvero utili per gli sportivi? A chi servono, quando assumerli e in quale quantità.


Claudicatio intermittens

La condizione chiamata “claudicatio intermittens” si riferisce ad un dolore, che interessa nella maggior parte dei casi gli arti inferiori.


Ipoparatiroidismo

L'ipoparatiroidismo è una condizione clinica causata da carenza del paratormone (PTH), caratterizzata da bassi livelli di calcio (ipocalcemia) e alti livelli di fosfati (iperfosfatemia).


Intossicazione da monossido di carbonio

Il monossido di carbonio (CO) è un gas inodore, incolore, non irritante e si annovera tra le sostanze che mietono più vittime per intossicazione acuta.

 


Norovirus negli alimenti

I norovirus sono i virus che causano una delle poche malattie virali umane che si trasmettono con gli alimenti.


Duodenite

La duodenite e' l'infiammazione del duodeno, la prima parte dell'intestino tenue ed e' causata da una presenza eccessiva di succhi gastrici acidi.


Carcinoma squamo cellulare

Il carcinoma squamo cellulare è una forma di cancro che colpisce la pelle, e si sviluppa, a patire dalle cellule squamose.


Tumore della vescica

Il tumore vescica è una tipologia di cancro che interessa l'organo deputato all'immagazzinamento dell'urina nella zona pelvica maschile, la vescica.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.