Macis

Il macis, anche detto mace o fiore della noce moscata, è una spezia poco conosciuta in Italia e molto difficile da trovare.

Il macis è costituito dall'escrescenza essicata e macinata del seme della noce moscata.

Il macis è la membrana (arillo) di colore rosso vivo che avvolge la noce moscata, carnoso e translucido, ma diventa arancione dopo l'essiccazione (vedi foto in basso).

Il macis viene ottenuto dallo stesso albero della noce moscata, della famiglia delle Miristicacee, una pianta sempreverde e aromatica originaria delle isole Molucche, situate tra l'Indonesia e le Filippine.

Il macis ha un sapore più delicato della noce moscata e ha svariati impieghi in cucina, soprattutto nella cucina indiana, dove entra a far parte del mix di spezie che compongono il curry, e nella cucina cinese, dove viene impiegato sia in piatti salati che dolci. In Oriente è utilizzato anche dalla medicina ayurvedica per combattere la nausea e i problemi di cattiva digestione.

Inoltre, il macis contiene un olio essenziale che viene utilizzato in profumeria e anche per produrre liquori come il nocino.

Il macis in cucina

Macis

Nella cucina italiana il macis non è molto usato e quando viene utilizzato la maggior parte delle volte sostituisce la noce moscata, ad esempio grattugiato nel ripieno della pasta fresca.
Ma in più il macis ha anche il potere colorante, un po' come lo zafferano, tinge di un lieve giallo i piatti oltre ad aromatizzarli. 

Può essere utilizzato nel vin brulè, nel punch, nella preparazione di pesci e crostacei, nei soufflè, nelle salse, nel purè di patate, nella cottura delle carni arrosto.

 

 

In Inghilterra il macis viene usato insieme allo zenzero per aromatizzare torte e biscotti, macedonie e dessert vari. .

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Emulsionanti

Gli emulsionanti sono additivi utilizzati principalmente per stabilizzare nel tempo alimenti che contengono grassi, e prodotti da forno come colombe e panettoni.


Additivi miglioratori della farina

Gli additivi o miglioratori della farina sono sostanze in grado di accelerare la maturazione della farina al fine di renderla maggiormente adatta alla panificazione.


Polifosfati

I polifosfati sono additivi utilizzati in svariati alimenti, spesso a sproposito, e hanno una certa criticità dal punto di vista degli effetti sulla salute.


Addensanti (additivi alimentari)

Gli addensanti sono additivi alimentari utilizzati per assicurare agli alimenti determinate caratteristiche fisiche, come aspetto, consistenza, stabilità nel tempo.

 


Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA)

Gli Idrocarburi Policiclici Aromatici (IPA) sono sostanze cancerogene che si sviluppano a causa delle alte temperature e quindi anche nella preparazione di svariati alimenti.


Valeriana o songino

Valeriana: un tipo di lattuga da non confondersi con la valeriana officinalis. Scopriamo le sue proprietà e come utilizzarla in cucina.


Diossine e PCB: cosa sono e come difendersi dai rischi alimentari

Le Diossone e i PCB sono tra i contaminanti ambientali e alimentari più pericolosi: ecco come arrivano nel cibo e come evitarli.


Vini Supertuscan

Supertuscans: i grandi vini rossi toscani che hanno deciso di fare a meno delle denominazioni Doc e Docg.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.