Semolino

Il semolino è un composto granuloso derivante dalla macinazione dei cereali, grano (frumento) in primis.

A livello di consistenza, il semolino si presenta in granelli più o meno fini di colore giallo intenso, quindi è molto diverso dalla farina e dalla semola che sono invece ridotte in polvere e dalla consistenza impalpabile.

I semolini in commercio si suddividono in due categorie: semolini grossi (con granelli di circa 1,5 mm di diametro) o semolini fini (con granelli di circa 0,3 mm).

Quando si parla di semola o semolino si intende principalmente quella ottenuto dal grano duro, ma esistono altre tipologie di semolino e vengono indicate in etichetta: semolino di riso (indicato soprattutto per i soggetti celiaci intolleranti al glutine), semolino giallo (ottenuto dal mais e usato per fare la polenta), crema di frumento (semolino di grano tenero adatto per la composizione di dolci).

Semolino

Ricette con il semolino

Il semolino viene lavorato in modo tale da risultare più digeribile ed è per questo che nella stragrande maggioranza dei casi viene associato all'alimentazione dei bambini, quasi negandogli il diritto di essere un alimento anche per adulti e di tutto rispetto e, sebbene sia spesso commercializzato come prodotto per lo svezzamento dei neonati (addizionato di vitamine e sali minerali), viene anche utilizzato per tante ricette sia nazionali che internazionali che tutti conoscono.

 

 

Alcuni esempi sono: gli gnocchi alla romana, la zuppa imperiale, il cous cous, il pudding anglosassone.

Più in generale il semolino trova impiego in cucina come addensante, per esempio nella preparazione di budini, oppure nell'impanatura per ottenere un effetto più croccante o, infine, nella composizione di minestre in brodo (anche con l'aggiunta di uova).

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Vino blu (Gik)

Il primo vino blu del mondo (prodotto dalla compagnia Gik), realizzato a tavolino da un'azienda spagnola, ha destato scalpore e curiosità.


Burrolì: no grazie!

Burrolì: il surrogato del burro fatto con olio di riso, burro di cacao e olio extravergine, che pretende (a torto) di essere un ottimo sostituto del burro.


Furano negli alimenti: cos'è, dove si trova e come evitarlo

Il furano è una molecola potenzialmente cancerogena per l'uomo: scopriamo dove si trova e come evitarlo negli alimenti..


Micotossine dell'ergotismo

Tra le manifestazioni più importanti di intossicazioni da micotossine troviamo senz'altro l'ergotismo, patologia causata dalla farina di segale contaminata dalla muffa Claviceps purpurea.

 


Micotossine

Le micotossine sono sostanze tossiche, spesso cancerogene, prodotte dalle muffe che facilmente contaminano le derrate alimentari.


Aflatossine

Le aflatossine sono micotossine (cioè tossine prodotte da funghi) cancerogene che si producono abbastanza facilmente nei cereali, nella frutta secca e in altri alimenti di uso comune.


Latte di bufala

Il latte di capra è più adatto alla produzione di formaggi freschi o poco stagionati, poiché non resiste alle alte temperature.


Salumi ed insaccati

In questa pagina trovi una descrizione dei salumi e degli insaccati, un elenco dettagliato dei salumi tradizionali italiani, e di alcuni salumi internazionali.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.