Acquapazza

 

L'acquapazza è una ricetta di pesce originaria della cucina napoletana di mare, nasce come piatto povero proprio sulle barche dei pescatori che si cucinavano il pesce appena pescato in un tegame con acqua di mare, pomodorini e aglio.  

Anche oggi la ricetta dell'acquapazza rimane così semplice ed efficace, composta basicamente da: un pesce bianco di mare a polpa soda (branzino/spigola, orata, dentice, sarago, pesce persico...) e un brodino leggero di acqua colorata per via dell'aggiunta di pomodorini e aromatizzata con aglio e prezzemolo.

Esiste anche la variante dell'acquapazza toscana, fatta con il vino acquerello, cioè il vino annacquato, che prevede l'aggiunta di vino bianco e magari anche di molluschi e crostacei.

In molte ricette, comunque, la versione originale viene un po' arricchita con altri ingredienti: cipolla o scalogno, un soffritto di sedano e carote, olive e capperi, origano.

Alcune testimonianze raccontano che la ricetta dell'acquapazza divenne famosa un po' in tutto al mondo grazie a Totò, che adorava questa ricetta e la impose di moda sull'isola di Capri negli anni Sessanta, quando era frequentata anche da tantissimi turisti stranieri.

 

 

La ricetta del pesce all'acquapazza

Acquapazza

L'acquapazza potrebbe essere considerata una ricetta antesignana del cacciucco toscano e del brodetto marchigiano e abruzzese, un po' brodosa ma non troppo, stupisce per la sua semplicità. Inoltre, è un piatto che può essere servito anche freddo in estate.

Assicurarsi sempre della qualità e della freschezza del pesce al momento dell'acquisto di quello che è l'ingrediente principale dell'acquapazza.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 2 pesci da 400 g l'uno (orata, dentice, spigola...a piacere)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 250 g di pomodorini (tipo Pachino)
  • qualche fogliolina di prezzemolo
  • sale e pepe q.b.
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 tazzina d'acqua
  • peperoncino (facoltativo)

Procedimento

 

 

Pulire ed eviscerare il pesce, quindi in un tegame basso ma ampio versare l'olio e far soffriggere gli spicchi d'aglio (lasciati interi o tritati a seconda dei gusti) senza farli imbrunire.

Unire il pesce e mantenere la cottura a fiamma bassa, quindi tagliare i pomodorini a metà e aggiungerli nel tegame insieme all'acqua, al sale, al pepe e al peperoncino.

Cuocere a fuoco moderato per circa 10-15 minuti, prima di servire togliere l'aglio (se lasciato intero) e aggiungere il prezzemolo tritato.

Volendo si può servire in piatti fondi con fette di pane tostato a mo' di zuppa.

Una curiosità: con questo procedimento detto all'acquapazza si possono condire anche il pollo o gli spaghetti!

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

326 kcal - 1363 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

30 g

Proteine

30 g - 36%

Carboidrati

4 g - 4%

Grassi

23 g - 60%

di cui

 

saturi

4.3 g

monoinsaturi

11.4 g

polinsaturi

4.0 g

Fibre

1 g

Colesterolo

102 mg

Sodio

107 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Ricette Sì

Ricette Sì: il giusto compromesso tra salute e gusto. Più della cucina dietetica o light...


Salame di cioccolato con cacao

Il salame di cioccolato: un dolce moderno dalle mille varianti che non ha un'origine ben definita. Lo proponiamo nella ricetta originale con cacao, biscotti, burro e uova.


Carne alla pizzaiola

Carne alla pizzaiola: un secondo piatto diffuso in tutta Italia che deve le sue origini alla cucina napoletana. La ricetta, i tagli di carne, la preparazione e le possibili varianti.


Ragù bolognese ricetta depositata e variante moderna

Ragù bolognese: uno dei sughi più famosi nel mondo. La ricetta depositata e la variante moderna, i tagli di carne e i segreti per prepararlo.

 


Il Bimby: conviene?

Il Bimby - Il robot da cucina studiato per poter preparare un po' di tutto: ma è davvero così conveniente?


Antonia Klugmann

Antonia Klugmann: la chef friuliana che adora le erbe aromatiche e ha partecipato come giudice a Masterchef 7.


Filetto al pepe verde

Filetto al pepe verde. Ricetta e possibili varianti.


Pino Cuttaia

Pino Cuttaia: la sua cucina è un viaggio tra tradizioni siciliane e uso etico del mare per due stelle Michelin.