Patate duchessa

Guarda il video >>

Le patate duchessa o patate duchesse sono un contorno a base di patate lesse, uova e burro di origine francese. Il nome originale in francese è pommes duchesse.

La peculiarità delle patate duchessa è quella di essere croccanti fuori e morbide all'interno, grazie ad una cottura in forno molto caldo (circa 200°C) per pochi minuti (15 min).

Si presentano come piccole montagnette rigate dalla doratura esterna, forma data dalla punta a stella della sac-a-poche.

La ricetta italiana il più delle volte arricchisce quella francese aggiungendo tra gli ingredienti il Parmigiano Reggiano grattugiato.

Rimangono pressochè invariate, invece, le spezie usate: noce moscata e pepe bianco, che danno un tocco pungente ad una ricetta in cui gli altri ingredienti sono tutti a tendenza dolce.

Ricetta delle patate duchessa

Patate Duchessa

Preparare le patate duchessa è molto semplice, si tratta di lessare le patate e farne un purè, quindi di trasferirlo in una sac-a-poche e di trasferirlo su una teglia formando le proprie patate duchessa, di sicuro impatto scenografico per gli ospiti!

Aggiungo che questa è una ricetta indicata anche per vegetariani e per celiaci

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 g di patate farinose a pasta bianca
  • 3 uova grandi
  • 50 g di burro
  • 60 g di Parmigiano-Reggiano
  • una spolverata di noce moscata
  • sale e pepe bianco q.b.

 

 

Procedimento: sbucciare e lavare le patate, quindi lessarle "all'inglese", ossia mettendole in una pentola con acqua fredda salata, portando ad ebollizione e cuocendo finchè non saranno tenere (circa 30 minuti, dipende dalle dimensioni).

Scolare le patate e, appena si intiepidiscono, passarle nello schiacciapatate o in un passaverdura.

Alla purea aggiungere il pepe bianco, la noce moscata, il burro ammorbidito ed amalgamare bene, per ultime unire le uova.

Una volta ottenuto un composto liscio e omogeneo trasferirlo dentro un sacchetto da pasticceria, usare una punta a stella di medie dimensioni e formare le proprie patate duchessa in una teglia ricoperta da carta da forno (nidi di rondine, roselline, montagnette, ciambelle...).

Cuocere a 200°C per 15 minuti, finchè le patate non si saranno dorate esternamente e servire calde, magari come accompagnamento di arrosti di carne o di pesce.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Sfincione palermitano (U' sfinciuni)

U' sfinciuni (lo sfincione): non una semplice pizza ma uno dei cibi tipici dello street food palermitano, fatto da un impasto molto soffice con un fondo croccante.


Focaccia barese

La focaccia barese, ricetta con poolish, impasto a macchina e a mano: tutelata da un Consorzio e adorata da tutti i pugliesi.


Pasta ai quattro formaggi

Pasta ai quattro formaggi, ovviamente senza panna: un simbolo dell'Italia all'estero. Quali formaggi usare? E come creare la cremina?


Pane con la milza (pani cà meusa)

Il pane con la milza (pani cà meusa): un panino irresistibile tipico dello street food palermitano.

 


Porceddu (o porcetto?) sardo

Poscheddu, porcheddu, polcheddu, porceddu, porchetto, porcetto: sono tanti i nomi dialettali sardi per indicare questa tipicità della cucina regionale, il maialino da latte cotto allo spiedo.


Polpette di carne

Le polpette: le più conosciute sono quelle di carne ma esistono anche di pesce o di legumi.


Rösti di patate

Il rosti di patate: le frittelle che provengono dalla cucina svizzera, tutti i segreti per prepararle nel modo tradizionale.


Street food palermitano

Lo street food a Palermo, la città italiana dove il cibo di strada è una vera e propria tradizione gastronomica.