Le tapas

Vamos de tapas!, Vamos a tapear! sono le frasi che si ascoltano più spesso in Spagna quando arriva l'ora della pappa, pranzo o cena che sia. Andare in giro per locali a bere e a mangiare tapas è una delle usanze spagnole più conosciute e più invidiate al mondo.

La tapa, al plurale tapas, è un piccolo accompagnamento gastronomico che viene servito in tutti i locali spagnoli assieme alla bevanda ordinata, dal succo analcolico alla sangria, bicchiere di vino, di birra (cana) o di vermut rosso (l'analogo del nostro Martini che in Spagna viene servito alla spina annaffiato con soda). Tendenzialmente la tapa è gratuita, compresa nel prezzo del bicchiere di alcolico scelto, e consiste in una ciotolina di olive, in spiedini di verdure sottaceto, in una fetta di pane con prosciutto o chorizo, in un filetto di acciuga. Ma la moda del tapeo si è talmente radicata e sviluppata che in molti bar si possono trovare anche alcune tapas più raffinate a pagamento e il cui prezzo rimane sempre modico, una tapa può variare da 1,5 euro a 5 euro. Gli spagnoli hanno l'abitudine di mangiare così, di tapa in tapa, ne scelgono diverse, le condividono tra tutti i commensali e alla fine dividono il conto tra tutti.

Si possono ordinare anche piatti più sostanziosi, le cosiddette raciones, che hanno prezzi più alti (dai 5 ai 10 euro), ma l'usanza di compartir, di condividerle con gli altri mangiando tutti da uno stesso piatto, con le mani o con piccole forchettine, rimane invariata.

Noi nostri viaggi gastronomici in Spagna ci è capitato diverse volte di pranzare o cenare solo a base di tapas, anche perché alcuni ristoranti propongono tutti i loro piatti sottoforma di tapas o di raciones: in questo modo si possono comporre dei veri e propri menù degustazione spendendo poco più di 10 euro e mangiando a sazietà!

 

 

Origine delle tapas

La storia più accreditata riguardo l'origine delle tapas risale all'Ottocento, quando il re Alfonso XIII in viaggio in Andalusia si fermò in un bar e ordinò un bicchiere di Sherry di Jerez de la Frontera. Il barista, per fare in modo che non finissero insetti nel bicchiere del re, lo coprì con una fetta di prosciutto e il re bevve il vino e mangiò la fetta di prosciutto e chiese al barista di servirgli un altro bicchiere di sherry con un'altra tapa. La tapa aveva guadagnato il consenso reale, perchè questo è il significato di tapa, coperchio, dal verbo tapear = coprire. Quest'abitudine oggi così consolidata nacque quindi come esigenza dei baristi di coprire il bicchiere per fare in modo che non vi cadessero sporcizie o non vi entrassero insetti.

Dall'Andalusia, che tuttora rimane la patria delle tapas, lì sono sempre gratuite e abbondanti, si diffuse rapidamente in tutta la Spagna e più recentemente in tutto il mondo, in ogni grande città si possono trovare bar in stile spagnolo che offrono le tapas più disparate. Le regole delle tapas sono semplici: devono essere piccole porzioni e gustose e saporite da far venir voglia di bere ancora.

Alcuni esempi di tapas

Tapas

Volendo fare un excursus tra i tanti tipi di tapas spagnole si può iniziare da quelle tradizionali:

  • a base di salumi: jamon (prosciutto crudo), lacon (prosciutto cotto), chorizo (salamino piccante), morcilla (un sanguinaccio al riso speziato alla cannella), lomo (arrosto di maiale), cecina (bresaola)
  • e di formaggi: manchego (il pecorino spagnolo più famoso), cabrales (l'erborinato spagnolo), tetilla (tipico galiziano), zamorano (formaggio grasso di Zamora)

Poi si trovano le tapas ricche di carboidrati, a base di pane:

  • pinchos, un po' come i nostri crostini, sono fette di pane con sopra gli ingredienti più disparati dove ogni bar può sbizzarrirsi con la fantasia 
  • montaditos, dei paninetti in formato mignon, circa 5 cm di lunghezza, ripieni di quello che si vuole
  • empanadas e empanadillas, di origine sudamericana, sono dei fagottini di pasta fillo ripieni di carne e spezie oppure di tonno

Le tapas a base di carne:

  • pinchito moruno, uno spiedino di carne di manzo
  • albondigas, le polpette in umido
  • pollo al ajillo, pezzetti di pollo fritti nell'olio con tanto aglio
  • orejas a la plancha, orecchie del maiale scottate sulla piastra (nonostante l'esitazione iniziale, le ho provate e sono buonissime)

Le tapas a base di patate:

  • papas bravas, con una salsa rossa a base di tabasco e paprica dolce
  • papas alioli, ricetta catalana, con la salsa a base di olio e aglio
  • croquetas, crocchette di patate fritte con dentro prosciutto, cabrales o salmone
  • tortilla, la frittata alta con le patate fritte e le cipolle

Altre tapas vegetariane:

  • ensaladilla, l'insalata russa
  • pimientos del padron, piccoli peperoni verdi fritti
  • pimientos del piquillo, peperoni rossi ripieni di baccalà
  • pimientos rojos asados, peperoni rossi cotti al forno e conditi con olio, aglio e prezzemolo
  • aceitunas, olive condite con aglio ed erbe aromatiche
  • banderillas, spiedini con cetrioli, peperoni e cipolline sottaceto
  • salmorejo, una crema a base di pomodori e cipolla servita con uovo sodo sbriciolato sopra
  • revuelto, una frittata "scomposta"  farcita secondo i gusti dello chef

E per concludere, le tapas a base di pesce:

  • anchoas, filetti di acciughe
  • boquerones, alici marinate
  • calamares a la romana, anelli di calamari fritti
  • sardinas, sardine fritte
  • pulpo a la gallega, polpo bollito servito con patate lesse e paprica
  • gambas al ajillo, gamberetti fritti con olio e aglio
  • vari tipi di pescado a la plancha, semplicemente scottati sulla piastra
  • salpicon de mariscos, mix di frutti di mare
  • berberechos, un mollusco tipico della costa galiziana
  • brandada de bacalao, una crema calda di baccalà al latte

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


L'indice di appetibilità degli alimenti

L'indice di appetibilità degli alimenti. A differenza della sazietà, l'appetibilità è fortemente dipendente dai gusti personali e può variare moltissimo da un soggetto all'altro.


Tortino al cioccolato con cuore fondente

Tortino al cioccolato con cuore fondente o cuore morbido: due ricette per realizzarlo al meglio.


Farinata o cecina

La farinata ligure: una torta salata fatta con farina di ceci che vanta numerose imitazioni e varianti.


Torta di riso

La torta di riso, detta anche torta degli addobbi, è un dolce tradizionale emiliano.

 


La torta margherita

La torta margherita: un dolce dalle umili origini, oggi non molto diffuso, che assomigliava molto ad un pan di spagna.


Acciughe fritte (impanate o in pastella)

Le acciughe o alici fritte, impanate o in pastella: un classico della cucina di mare. Vediamone varianti e ricetta.


Crema al burro

La crema al burro è stata per anni una delle creme più utilizzate in pasticceria, oggi viene usata soprattutto nel cake design e come topping per i cupcakes.


Crema pasticcera

La ricetta della crema pasticcera: la tecnica di preparazione, la scelta degli amidi, lo zucchero, i tuorli, i valori nutrizionali e le calorie.