Crespelle alla valdostana

Le crespelle sono la versione italiana delle crepes francesi, e come le crepes possono essere consumate sia dolci che salate.

Il nome crespella deriva dal latino "crispus" che sta per "arricciato, arrotolato".

In particolare in Italia si ha l'abitudine di preparare le crespelle ripiene al forno da consumare come primo piatto (come fosse pasta al forno) o come piatto unico. In alcune regioni d'Italia, come ad esempio in Abruzzo, le crespelle vengono usate come fossero pasta sfoglia per comporre le lasagne e prendono il nome di scrippelle. Sempre in Abruzzo le crespelle vengono preparate anche in brodo (scrippelle 'mbusse) o impiegate per fare il timballo. In Salento, invece, le crespelle vengono fritte e consumate così croccanti con le mani a mo' di street food.

I modi per farcire le crespelle sono tantissimi, di solito alla base c'è un formaggio, come la ricotta, o un caprino fresco o la besciamella o un formaggio spalmabile, poi verdura (spinaci, zucchine, pomodori, funghi, rucola, asparagi...) e infine un ingrediente proteico come ad esempio il prosciutto cotto, la mortadella o anche il salmone affumicato o i gamberetti. Inoltre, le crespelle possono essere infornate ricoperte di salsa di pomodoro e mozzarella.

 

 

Possono essere utilizzate anche in sostituzione delle tortillas messicane per preparare tacos o burritos.

Ricetta delle crespelle ripiene alla valdostana

Crespelle salate

L'impasto delle crespelle è identico a quello delle crepes. In questa ricetta le proponiamo alla valdostana con besciamella, prosciutto cotto e fontina.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 170 g di latte
  • 1 uovo
  • 90 g di farina
  • 10 g di burro fuso
  • 240 g di prosciutto cotto
  • 200 g di fontina
  • 250 g di besciamella (qui la ricetta, basta dimezzare le dosi)
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Preparare il composto delle crespelle in una ciotola setacciando la farina, unendo l'uovo sbattuto e una presa di sale, incorporando il latte e il burro fuso, mescolando e facendo riposare per qualche minuto. Al momento di preparare le crespelle, ammorbidire il composto con un paio di cucchiai di acqua, quindi ungere di burro una padella antiaderente e versare un mestolo di composto alla volta distribuendolo bene sul fondo. Cuocere le crespelle da ambo i lati per pochi secondi quindi tenerle da parte.

Nel frattempo preparare la besciamella scaldando il latte in una casseruola e portandolo quasi ad ebollizione. Nel frattempo, fondere il burro in una casseruola antiaderente di 18-22 cm, unire la farina e mescolare bene con la frusta metallica cuocendo a fuoco medio per un paio di minuti. Versare il latte gradualmente mescolando in continuazione, quindi cuocere per 5-10 minuti mescolando di tanto in tanto. Regolare di sale e noce moscata, quindi filtrare con un colino.

Farcire ogni crespella con una fetta di prosciutto e una fettina di fontina, quindi arrotolarla su se stessa. Foderare una pirofila con carta da forno, disporre le crespelle, coprire con la besciamella e cuocere in forno a 180 °C a gratinare per circa 20 minuti.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

529 kcal - 2211 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

29 g

Proteine

32 g - 24%

Carboidrati

27 g - 21%

Grassi

33 g - 55%

di cui

 

saturi

17.7 g

monoinsaturi

9.9 g

polinsaturi

3.0 g

Fibre

1 g

Colesterolo

152 mg

Sodio

665 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Porceddu (o porcetto?) sardo

Poscheddu, porcheddu, polcheddu, porceddu, porchetto, porcetto: sono tanti i nomi dialettali sardi per indicare questa tipicità della cucina regionale, il maialino da latte cotto allo spiedo.


Polpette di carne

Le polpette: le più conosciute sono quelle di carne ma esistono anche di pesce o di legumi.


Rösti di patate

Il rosti di patate: le frittelle che provengono dalla cucina svizzera, tutti i segreti per prepararle nel modo tradizionale.


Street food palermitano

Lo street food a Palermo, la città italiana dove il cibo di strada è una vera e propria tradizione gastronomica.

 


Tzatziki (salsa greca)

Il tzatziki: la famosissima salsa greca all'aglio e al cetriolo usata in abbinamento di piatti di carne.


Gramigna alla salsiccia

La gramigna alla salsiccia: la vera ricetta emiliana, senza panna, senza funghi, senza piselli, solo con ragù di salsiccia.


Il ceviche o cebiche di pesce

Il ceviche o cebiche: un piatto a base di pesce crudo marinato che viene dal Sud America e sta spopolando anche in Italia.


Le tapas

Le tapas sono piccoli accompagnamenti gastronomici che vengono serviti in tutti i locali spagnoli assieme alla bevanda ordinata. La moda dell'aperitivo nasce in Spagna.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.