Pasta, patate e cozze

Pasta, patate e cozze, chi non ha mai provato questo primo piatto che profuma di tradizione mediterranea? Un primo piatto unico nel suo genere, che abbina la sapidità delle cozze alla dolcezza delle patate, un abbinamento vincente e facilmente adattabile ai vincoli della Cucina Sì: le patate hanno un alto potere saziante, le cozze danno sapore senza incrementare troppo le calorie, se si uniscono anche dei pomodori, della cipolla e delle erbe aromatiche e non si eccede con l'olio si avrà un perfetto piatto poco calorico e molto gustoso.

La rivisitazione della classica pasta e patate con le cozze viene dalla Puglia, anche se ne esistono varianti un po' in tutto il Meridione, soprattutto in Campania. I pugliesi amano talmente tanto questo abbinamento che lo propongono anche in un altro piatto tipico regionale, la tiella barese, una sorta di sformato di riso al forno con cozze e patate.

Quanto al formato di pasta da usare c'è da sbizzarrirsi, ci potrebbero stare bene le orecchiette, i cavatelli (una pasta fresca pugliese), i paccheri, i conchiglioni, i sedanini, le mezze maniche, oppure, come spesso fanno in Campania, si può optare per un misto di pasta, magari se si hanno dei pacchi da finire, ovviamente rispettando i diversi tempi di cottura.

 

 

Ricetta della pasta, patate e cozze

Pasta patate cozze salentina

La ricetta della pasta, patate e cozze prevede due fasi di preparazione. Innanzitutto bisogna pulire e far aprire le cozze al vapore, come indichiamo in questo articolo, successivamente, mentre si mette a bollire l'acqua per la pasta, si fanno cuocere le patate in padella a lungo, fino a farle disfare così che rilascino l'amido e creino la cremina che sarà il legante del piatto.

Ricordiamo, inoltre, che il periodo migliore per mangiare le cozze va da maggio ad agosto.

Di seguito proponiamo la nostra ricetta, ma vi lanciamo un link anche alla ricetta dello chef Ilario Vinciguerra e del suo ristorante a Gallarate. La particolarità della sua personale pasta, patate e cozze sta nell'uso della scorza di limone e dei pomodorini secchi.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 porzioni

  • 300 g di paccheri o mezze maniche
  • 300 g di patate a pasta gialla (3 patate medie)
  • 350 g di cozze
  • 1 scalogno o cipollotto fresco
  • un ciuffo di prezzemolo
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • peperoncino (facoltativo)
  • sale e pepe q.b.

Procedimento

Lavare e pulire le cozze sotto l'acqua corrente togliendo il bisso. In una padella capiente antiaderente farle aprire al vapore, solo con il calore della fiamma e il coperchio. Dopo circa 3 minuti si saranno aperte tutte, quelle che non si sono aperte vanno buttate. Sgusciare le cozze e lasciarne solo alcune con il guscio per le decorazioni finali dei piatti. Filtrare l'acqua delle cozze e tenerla da parte.

Mettere a bollire 2 litri di acqua salata per la pasta. Nel frattempo preparare un soffritto con il cipollotto e il peperoncino, aggiungere le patate tagliate a piccoli cubetti e lasciar cuocere aggiungendo l'acqua delle cozze di tanto in tanto per circa 15 minuti.

Quando le patate saranno molto tenere, fare la prova con una forchetta, unire anche le cozze e coprire con coperchio. L'acqua delle cozze è già molto saporita, quindi aggiungere solo poco sale.

Cuocere la pasta secondo i tempi indicati, scolarla e unirla al condimento, mescolare bene e completare con una macinata di pepe nero al mulinello e una spolverata di prezzemolo tritato.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

445 kcal - 1860 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

3 g

Proteine

13 g - 12%

Carboidrati

71 g - 63%

Grassi

13 g - 25%

di cui

 

saturi

1.7 g

monoinsaturi

7.5 g

polinsaturi

1.4 g

Fibre

3 g

Colesterolo

34 mg

Sodio

93 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Porceddu (o porcetto?) sardo

Poscheddu, porcheddu, polcheddu, porceddu, porchetto, porcetto: sono tanti i nomi dialettali sardi per indicare questa tipicità della cucina regionale, il maialino da latte cotto allo spiedo.


Polpette di carne

Le polpette: le più conosciute sono quelle di carne ma esistono anche di pesce o di legumi.


Rösti di patate

Il rosti di patate: le frittelle che provengono dalla cucina svizzera, tutti i segreti per prepararle nel modo tradizionale.


Street food palermitano

Lo street food a Palermo, la città italiana dove il cibo di strada è una vera e propria tradizione gastronomica.

 


Tzatziki (salsa greca)

Il tzatziki: la famosissima salsa greca all'aglio e al cetriolo usata in abbinamento di piatti di carne.


Gramigna alla salsiccia

La gramigna alla salsiccia: la vera ricetta emiliana, senza panna, senza funghi, senza piselli, solo con ragù di salsiccia.


Il ceviche o cebiche di pesce

Il ceviche o cebiche: un piatto a base di pesce crudo marinato che viene dal Sud America e sta spopolando anche in Italia.


Le tapas

Le tapas sono piccoli accompagnamenti gastronomici che vengono serviti in tutti i locali spagnoli assieme alla bevanda ordinata. La moda dell'aperitivo nasce in Spagna.