Paad thai (piatto nazionale tailandese)

Paad thai o Pad thai ovvero il piatto nazionale tailandese, uno dei più famosi piatti della cucina tailandese, il cui significato letterale è "fritto tailandese". Ma in cosa consiste esattamente?

Il Paad thai è un piatto di noodles (spaghetti di soia), saltata e fritta in padella con verdure, aglio e cipollagamberi, uova strapazzate, arachidi tritate e poi insaporita con l'immancabile salsa di pesce, e poi succo di lime, peperoncino, zucchero e succo di tamarindo. Il peperoncino in polvere, il lime e lo zucchero vengono serviti generalmente a parte, così che ognuno possa dosarli a piacimento e, per quanto per noi italiani possa sembrare assurdo mettere il lime e lo zucchero nella pasta, il gusto che si crea alla fine è delizioso.

Esistono diverse varianti del Paad thai: i gamberi possono essere sostituiti dalla polpa di granchio, dalla seppia o dal petto di pollo, nella versione vegetariana si usa il tofu, oltre alle classiche verdure (carote, zucchine) possono essere aggiunti i ravanelli o le rape e alcune ricette prevedono anche l'uso di germogli di soia, fiori di banano, erba cipollina o coriandolo.

 

 

Il Paad thai è diffuso praticamente ovunque in Tailandia, sia nei ristoranti che nei baracchini ambulanti, è considerato sia uno street food che un piatto unico.

La ricetta del paad thai

Paad Thai

Purtroppo in Italia non è semplicissimo trovare tutti gli ingredienti necessari per creare un perfetto pad thai (come per esempio la salsa al tamarindo o la salsa di pesce) ma si può provare nei negozi asiatici più forniti.

Il mio consiglio è, poi, di usare il wok o comunque una padella molto alta e profonda. 

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 g di noodles
  • 8 gamberoni sgusciati
  • 1 cucchiaino di gamberetti essiccati (facoltativo)
  • 1 spicchio d'aglio
  • 3 cipollotti
  • 2 uova
  • 2 carote
  • 1 zucchina
  • 1 tazza di germogli di soia
  • 4 cucchiai di salsa di pesce
  • qualche stelo di erba cipollina
  • 1 cucchiaio di purea di tamarindo
  • 40 g di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.

Da servire a parte e dosare a piacere

  • peperoncino in polvere
  • zucchero di canna
  • succo di lime
  • arachidi tostate e tritate

Preparazione: Mettere in ammollo i noodles in acqua fredda per circa 15 minuti (o in acqua molto calda per 5 minuti, o in acqua bollente per 2 minuti). Scaldare l'olio nel wok e rosolare i gamberi, poi rimuoverli e preparare un soffritto con il cipollotto e l'aglio tritati, i gamberetti secchi e la salsa di pesce, la carota tagliata a bastoncini, dopo 2 minuti aggiungere le zucchine tagliate a bastoncini un po' più spessi, far saltare per 5 minuti. Aggiungere i noodles e saltarli continuamente nel wok aggiungendo anche il purè di tamarindo, per un paio di minuti. Unire anche le uova senza sbatterle, i germogli di soia, l'erba cipollina e i gamberi precedentemente rosolati. Cuocere ancora per pochi secondi, sistemare di sale e servire a tavola accompagnati da 4 ciotole che conterranno peperoncino, zucchero, lime e noccioline. Non lesinare nell'aggiunta di questi 4 ingredienti se si vuole davvero apprezzare il gusto thai!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Agnello (abbacchio) alla romana

Agnello o abbacchio alla romana: una ricetta gustosa per cucinare la carne di agnello abbinandolo alle acciughe sotto sale.


Gramigna alla salsiccia

La gramigna alla salsiccia: la vera ricetta emiliana, senza panna, senza funghi, senza piselli, solo con ragù di salsiccia.


Angel cake

La Angel cake: può esistere davvero il cibo degli angeli? Provate questa torta sofficissima senza burro né uova.


Le mousse

Le mousse (o spume) sono preparazioni base della pasticceria molto ricche di aria, fatte con la pate a bombe e/o meringa italiana.

 


Fettuccine alla papalina

Le fettuccine alla papalina: un primo piatto tipico della cucina romana nato come variante della più famosa carbonara.


Pasta risottata con i cannolicchi

Pasta ai cannolicchi: un primo piatto di mare meno conosciuto di quello con le vongole ma altrettanto gustoso. Scopriamo come prepararli con la tecnica della pasta risottata.


Triglie alla livornese

Le triglie alla livornese: una ricetta semplicissima e ipocalorica che affonda le sue origini nei primi anni del Novecento.


Spaghetti aglio olio peperoncino

Spaghetti aglio olio e peperoncino. La ricetta e le possibili varianti, come quella con olio a crudo.